Introduzione al numero XIII-2. Tornare a una prospettiva di better regulation a tutto tondo

di Federica Cacciatore e Nicoletta Rangone*
Con la fine dello stato di emergenza, protrattosi per più di due anni, la Rassegna trimestrale dell’Osservatorio AIR torna a diversificare i temi relativi alla regolazione, che inevitabilmente si sono concentrati nell’ultimo periodo sull’emergenza, dalla sua gestione normativa alle implicazioni sulle attività e gli approcci. Questo numero, in particolare, si sofferma su alcune tematiche classiche dei processi regolatori e della better regulation, quali il coinvolgimento degli stakeholders nella produzione delle decisioni pubbliche e l’esigenza di standardizzazione normativa in un’arena sovranazionale quale quella europea, le cui istituzioni hanno lanciato un’ambiziosa strategia per l’armonizzazione dei mercati (non solo dei beni e servizi, ma anche digitali) che prevede uno sforzo di coordinamento fra gli stati membri (e fra questi e gli attori europei) con luci e ombre. Non meno importante, il ruolo delle autorità indipendenti di policy advisor verso le amministrazioni pubbliche, ancora in una cornice comune di better regulation, in una prospettiva di cooperazione interistituzionale che comprende la fase ascendente della regolazione. *editors della Rassegna trimestrale dell'Osservatorio AIR
125.93 KB
89 download